Il futuro è una questione di visione, la sua natura è profondamente radicata nelle forze che attraversano il nostro presente e alla capacità di immaginare nuovi scenari. La tecnologia, i macro trend sociali e le sfide ambientali stanno tracciando le linee del nostro prossimo futuro.

Il futuro è una questione di visione, la sua natura è profondamente radicata nelle forze che attraversano il nostro presente e alla capacità di immaginare nuovi scenari. La tecnologia, i macro trend sociali e le sfide ambientali stanno tracciando le linee del nostro prossimo futuro. Ci sono tre ondate di futuro in arrivo: il futuro che è quasi un presente (1-2 anni da oggi), il futuro prossimo (5-10 anni) e il futuro remoto, regno dell’incertezza (+10 anni da oggi).

Nell’ultimo anno, come studio di design, abbiamo avviato uno stream di attività per esplorare il futuro prossimo di alcune industries con l’obiettivo di renderlo tangibile e sostenibile, spingendo le tecnologie esistenti al massimo limite e immaginando l’evoluzione degli esseri umani e della società.
In questa serata, condividerò quello che ho imparato fino ad ora.

Luca Mascaro

CEO & Head of Design @ Sketchin

Luca Mascaro è designer e imprenditore seriale. Dopo un’esperienza come UX designer, CTO e Strategy officer, nel 2006 ha fondato Sketchin, studio svizzero di design strategico che ha l’obiettivo di rispondere e anticipare i bisogni del mercato, con una particolare attenzione alle pratiche Agile e di flat organization. Lo studio ha sedi a Milano, San Francisco e Madrid e nel 2016 è entrato a far parte del Gruppo Business Integration Partner diventando uno dei più grandi studi di design dell’Europa meridionale. Tra i clienti compaiono global brands come Google, Samsung, Vodafone, Enel e Swisscom. 

Partecipa a conferenze trattando argomenti di experience e interaction design, cambiamento sociale e tecnologico ed experience management. È stato professore di UX Design presso le università svizzere SUPSI e CSIA, ha tenuto lezioni al Politecnico di Milano, IULM e SSSAA ed è direttore scientifico del UX Master alla TAG Innovation School di Milano. Infine ha il ruolo di Board Advisor in diverse aziende.